Franco Buffoni

English section

Essential Twit

JACOB BLAKESLEY, MODERN ITALIAN POETS

"Franco Buffoni, con La casa di Via Palestro, ha scritto un libro che per chi vive a Gallarate è un'emozione forte e immediata. Ma anche chi non si imbatte in luoghi noti, potrà attraversare un secolo di storia italiana addensato in un lieve, doloroso e battagliero romanzo di formazione di poco più cento pagine. Questa è la casa, con il teatro aperto grazie alla generosità di operai e operaie del 1922. Ci passo davanti tutti i giorni, accompagnando mio figlio a scuola." Helena Janeczek

Claudio Finelli su Il Manifesto

Buffoni intervistato da Damiano Abeni

Joaquim Ringelnatz (1883-1934) dal 1933 bandito in Germania come "artista degenerato"

Intervista RadioCRC

Per l’anticipazione dal romanzo cliccare qui:
http://www.leparoleelecose.it/?p=13198#comment-154895

23 marzo: anticipazione su Sole24Ore
30 marzo: nuova anticipazione su Le Parole Le Cose
Scheda Marcos y Marcos
La recensione di Marco Corsi su Nazione Indiana
L'intervista di Carlo Colombo su La Prealpina
La recensione di Alessandro Rizzo
Gaetano Cutri su Corriere Spettacolo.it
Alessandra Repossi Biblioteca Forteguerriana Pistoia
L'intervista di Lucrezia Girardi per Julietv
La recensione di Andrea Contieri
L’anticipazione con commento di Domenico Mirarchi
Dario Accolla su Il fatto quotidiano 15/04/14
Claudio Finelli su Le Monde Diplomatique
La recensione di Vincenzo Salerno

“Vi è una vis di sensualità incredibile che percorre tutti i racconti. Giunti alla fine del libro, si avrebbe voglia di leggerne ancora”. Andrea Breda Minello

“L'ho letto ieri. bello. ricco. fa male. un bellissimo libro”. Luigi Mascheroni

”In questo libro c’è la storia, ma soprattutto c'è una specie di armoniosa pietas, che non significa né perdono né rassegnazione, ma profonda comprensione delle cose e dei destini. E’ questo secondo me l'elemento centrale dell'opera, che non viene ‘detto’, ma che sta dentro le parole e dentro il ritmo della narrazione. Grazie di averlo scritto”. Fabio Pusterla

“Al di là dell'interesse per i singoli episodi (come la storia di Clara Pirani o la sequenza dei padri mancati), nella Casa di via Palestro mi piace proprio il genere: un libro in cui non s'inventa nulla, come l’autore confessa alla fine, e che però si legge come un romanzo. Quello che Siti chiama il genere autofittivo (confessando in un'occasione pubblica che è solo per la resistenza del suo editor che non sottotitola ''diario''), mi pare la strada più onesta da percorrere, in un momento di imbarbarimento delle narrazioni (che non a caso trionfano nel pop delle serie televisive) e di marginalizzazione della prosa (non parliamo della poesia). Poi quello di Siti (mi riferisco all'ultimo) è un libro che quanto più vuole invischiarsi con l'attualità tanto più risulta forzatamente inattuale - Berlusconi e le olgettine, a chi importano più - mentre il libro di Buffoni - che è anche un romanzo di storia familiare e nazionale, oltre che di biografia personale - è molto più letterario: per esempio, Buffoni scrive ''secentesco'' e Siti ''seicentesco''. Sull'omosessualità, sentivo forse il bisogno di qualche affondo in più, al di là delle palestre e di Gattuso (e del confronto col padre gesuita) e non per curiosità aneddotica, ma perché è sicuramente il tema in cui sento Buffoni più energicamente militante. Gilda Policastro

"Franco Buffoni, con La casa di Via Palestro, ha scritto un libro che per chi vive a Gallarate è un'emozione forte e immediata. Ma anche chi non si imbatte in luoghi noti, potrà attraversare un secolo di storia italiana addensato in un lieve, doloroso e battagliero romanzo di formazione di poco più cento pagine. Questa è la casa, con il teatro aperto grazie alla generosità di operai e operaie del 1922. Ci passo davanti tutti i giorni, accompagnando mio figlio a scuola." Helena Janeczek

IL SERVO DI BYRON - Romanzo Fazi Editore

POESIE 1975-2012 - Oscar Mondadori

Una piccola tabaccheria. Quaderno di traduzioni

BUFFONI RACCONTA SWINBURNE

Appuntamenti 2014

Tweet Sorprese

 

ECO DELLA STAMPA

 

Wikiradio

Leggi le altre news...